DIETA SALVA PELLE, PER UNA PELLE SANA ED ABBRONZATA

Anche se l’esposizione alle radiazioni UV avviene tutto l’anno, è durante il periodo estivo che risulta fondamentale dare alla nostra pelle tutte le sostanze di cui ha bisogno per essere non solo abbronzata ma anche sana, giovane ed elastica. È proprio in tal senso che l’alimentazione assume un ruolo fondamentale.

TIROSINA E FENILALANIA PER L’ABBRONZATURA

A chi non piace avere una bella pelle abbronzata?  Eppure pochi sanno che quello che è visto come puro fattore estetico è in realtà un meccanismo di difesa che viene attivato dalla pelle per proteggersi dalle dannose radiazioni solari.

Se da un lato infatti le radiazioni svolgono azioni molto importanti per il nostro organismo, come ad esempio la conversione del colesterolo in Vitamina D a livello della pelle, dall’altro l’esposizione eccessiva ed incontrollata al sole può arrecare seri danni al nostro organismo quali ad esempio i tumori della pelle.

È per questo che si consiglia da sempre di non esporsi al sole nelle ore in cui le radiazioni sono più forti e di usare in ogni caso creme protettive. Inoltre è bene che l’esposizione avvenga in modo graduale per dare la possibilità al nostro organismo di rispondere alle radiazioni con la produzione di melanina, il pigmento responsabile dell’abbronzatura. Questo pigmento è prodotto attraverso un processo piuttosto complesso che avviene all’interno del melanociti, ovvero cellule che compongono la nostra epidermide. I melanociti producono ed accumulano la melanina sotto forma di granuli, che arriveranno negli strati più superficiali della pelle a conferire il colorito dell’abbronzatura. Per produrre la melanina è fondamentale che le cellule abbiamo a disposizione un aminoacido chiamato tirosina (costituente delle proteine), che a sua volta viene prodotto a partire dalla fenilalanina, un altro aminoacido definito essenziale in quanto il nostro corpo non è in grado di produrla e che dobbiamo assumerne con l’alimentazione. Eccola quindi la connessione tra dieta e pelle abbronzata!

Va da sé che per favorire la sintesi di melanina è necessario far scorta di tirosina e fenilalanina entrambe presenti soprattutto negli alimenti proteici ma non solo. In particolare sono ricchi di tirosina la soia, il pesce, il pollo, il tacchino, le mandorle, le banane, il latte ed i suoi derivati, i semi di sesamo, l’avocado ed i semi di zucca. Contengono invece fenilalanina la carne (ad esempio di pollo e di manzo), le frattaglie (soprattutto il fegato), il pesce, le uova, il latte e derivati, e i legumi (prevalentemente la soia).

BETA CAROTENE PER UNA PELLE AMBRATA

Ma il beta carotene? Non ho ancora fatto nessun accenno al betacarotene in quanto, diversante da quel che si pensa, non interviene nella sintesi della melanina ma semplicemente è precursore della vitamina A, che determina la formazione di pigmenti colorati sulla pelle, che aiutano a intensificare l’abbronzatura prodotta grazie alla melanina. Il betacarotene si trova in alte quantità nelle carote, ma anche in albicocche, melone, pesche, ciliegie, fragole, lamponi, peperoni, radicchio e pomodori.

 

ANTIOSSIDANTI PER UNA PELLE GIOVANE

Per una pelle giovane è fondamentale assumere antiossidanti in quantità. Gli antiossidanti sono sostanze che contrastano la formazione di radicali liberi responsabili dell’invecchiamento di tutti i tessuti, compresa la pelle. Tra i principali antiossidanti troviamo:

Vitamina C: Si trova principalmente nei kiwi, negli spinaci, nei peperoni, negli agrumi, nella rucola, nei broccoli e nei frutti rossi

Vitamina E: anche questa sostanza è un antiossidante che si trova in molti alimenti vegetali, ma principalmente nelle olive e quindi nell’olio extravergine, che dovrebbe essere il condimento principale per qualsiasi piatto

Antociani: si trovano in tutti i cibi dal colore rosso scuro e blu. Ne sono ricchissimi i mirtilli, ma anche l’uva, le more, le fragole, le ciliegie, i ribes, i lamponi, il cavolo rosso, le rape rosse, la cipolla rossa e la barbabietola.

 

E PER FINIRE…

Infine, per avere una pelle ben idratata ricordarsi di bere almeno 1.5 – 2 litri di acqua al giorno, che però possono diventare di più nelle giornate più calde ed afose o se si svolge attività fisica. È inoltre fondamentale assumere pesce almeno 3-4 volte a settimana per fare il pieno di omega 3 in di rendere la pelle più elastica e luminosa. Per i vegetariani è possibile fare il pieno di omega tre con una porzione di noci al giorno, mediamente intorno ai 30 gr, ma anche di semi di chia e lino, ricchi di questo prezioso grasso polinsaturo.