Vendita Olio Extravergine di Oliva con Spedizione Gratuita per Ordini sopra i 100€.

UN NUOVO STUDIO CONFERMA GLI EFFETTI BENEFICI DELL’OLIO D’OLIVA SUL RISCHIO DI MORTALITA’

E’ oramai consolidato l’effetto benefico per il nostro organismo, di un consumo regolare di olio extravergine di oliva, tra l’altro elemento centrale della dieta mediterranea. Benefici che però vanno oltre la riduzione della mortalità per malattie cardiovascolari, ma anche sui tumori. Un recente studio, pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition e condotto dalla Fondazione Veronesi in collaborazione con la Clinica Mediterranea Cardiocentro di Napoli e l’Università LUM “Giuseppe De Gennaro” di Casamassima (Ba), rivela anche il potenziale impatto sulla mortalità per cancro. Un aspetto controverso che è stato indagato con una  ricerca del Progetto Umberto, dedicato alla prevenzione dei tumori. Lo studio è stato realizzato grazie al contributo (non condizionato) dell’azienda Monini e si è basato sull’analisi di quasi 23.000 adulti italiani, uomini e donne, che hanno partecipato allo studio epidemiologico Moli-sani, condotti per oltre 12 anni, e di cui erano disponibili dettagliate informazioni sui consumi alimentari. Come ha dichiarato uno degli autori dello studio, la D.sa Emilia Ruggiero, “…si sa ancora poco sugli effetti dell’olio di oliva in relazione ai tumori”, e i dati a disposizione raccolti a riguardo fino ad oggi provengono da popolazioni non mediterranee. Questa la ragione prima dello studio che ha voluto indagare il ruolo di questo prodotto in relazione alla mortalità per tumore, andando ad utilizzare i dati raccolti dallo studio Moli-sani che raccoglie una delle corti di popolazione più grandi d’Europa.

Analizziamo un attimo questo studio e vediamo cosa è emerso, anche per aggiornare i nostri lettori sulle più recenti scoperte in campo medico legato al consumo di olio extravergine di oliva, prodotto principe dell’Azienda Gentili che da anni si impegna per sensibilizzare i consumatori verso un uso più consapevole di questo prodotto.

Lo studio ha preso in esame un campione di circa 23.000 partecipanti, formato da 11.976 donne e 10.916 uomini con un’età media di 55 anni e con un consumo medio di olio d’oliva di 23,3 grammi al giorno. E’ emerso che in tutti quei soggetti che dichiaravano un consumo di olio d’oliva più elevato si riscontrava una minore prevalenza di condizioni di salute croniche, oltre a condurre una dieta ben bilanciata attraverso il consumo di una maggiore quantità di frutta, verdura, legumi, pesce e assumendo pochi alcolici.

La durata dello studio è stata di 12 anni, per valutare la mortalità, durante i quali tra i partecipanti sono stati accertati 2566 decessi, dei quali 939 per cancro, 910 per malattie cardiovascolari e 723 per altre cause. Ne consegue che il consumo regolare di olio extravergine di oliva, dai tre cucchiai al giorno (ogni cucchiaio corrisponde a 10 grammi circa di prodotto) in su, si associa ad una minore incidenza di tutte le cause di morte. Le analisi infatti dei biomarcatori: infiammatori, metabolici, cardiovascolari e renali, dimostrano come il consumo più elevato di olio EVO abbia ridotto l’associazione con la mortalità per tutte le cause e per il cancro rispettivamente del 21,2% e del 13,7%.

Ora, se è pur vero che non avevamo bisogno di altri studi a conferma dei benefici dell’olio EVO per il nostro organismo, è altrettanto vero che simili studi ci consentono di conoscere sempre nuovi aspetti sui vari benefici di taluni prodotti che consumiamo. Oggi così sappiamo che oltre alla salute cardiovascolare, il consumo regolare (dai tre cucchiai al giorno in su) di olio extravergine di oliva riduce anche il rischio di mortalità per tumore.

Chiudiamo ricordando che l’olio EVO Gentili è un prodotto di alta qualità, a partire dalle materie prime, passando per la lavorazione, fino all’imbottigliamento, passaggi indispensabili che rendono l’olio extravergine di oliva un ottimo alleato della nostra salute.

Apri Chat
Bisogno di assistenza?
Salve,

come posso aiutarla?